786F234213

Oggi discutiamo l’importanza del creare relazioni di valore coi propri fan. L’idea di questo post viene da un famoso articolo di Kevin Kelly che riassumerei sommariamente in questi termini (anche se vi suggerisco di leggerlo direttamente per formare la vostra personale opinione – qui trovate un’ottima traduzione in italiano):
Un professionista della creativita’ ha bisogno di 1.000 veri fan per poter guadagnarsi da vivere. Un vero fan e’ un fan che acquista sistematicamente qualsiasi cosa l’artista produca/proponga. Se il vero fan medio spende 100 € all’anno per prodotti dell’artista, si arriva a 100.000 €, che consentono alla maggior parte delle persone un ottimo stile di vita. 1.000 e’ un numero ragionevole da raggiungere. La sfida piu’ grande e’ quella di mantenere un contatto diretto con i propri 1.000 fan, perche’ bisogna farli sentire parte della propria vita e del proprio processo creativo.
Non dico certo che sia facile ottenere questo nella vita reale, ne’ che cio’ sia un obiettivo adatto a tutti i tipi di musicisti, qualsiasi sia il loro livello di sviluppo professionale:  ogni situazione infatti richiede un diverso mix di soluzioni. Tuttavia concordo in pieno col chiarissimo messaggio fondamentale:
esiste un valore molto tangibile nel creare ponti con un numero ragionevole di persone che sinceramente amano ed apprezzano quel che fate.
Questo e’ probabilmente il pilastro fondamentale della vita di chi fa musica (e della vita in generale, a dire il vero). Abbiamo parlato di “fan”, ma questo termine si riferisce anche ai vostri maestri, mentori, mecenati, colleghi musicisti, compagni di scuola e chiunque abbia creato con voi un legame particolarmente profondo, onesto e significativo.
Vorrei presentarvi come esempio uno dei casi piu’ noti: Amanda Palmer. In questo Ted Talk ci racconta la sua storia spiegando l’importanza del creare una connessione coi fan. Amanda e’ diventata famosa per essere stata la prima musicista a raccogliere su Kickstarter (probabilmente la piattaforma di crowd-funding piu’ famosa al mondo) 1,2 milioni di dollari per finanziare la produzione di un suo album. Amanda dice all’industria musicale nel suo complesso: “Non costringete la gente a pagare la musica, piuttosto lasciateli liberi di farlo.” Ed ai suoi fan, uno ad uno, lei dice: “Io ti vedo.” Il suo negozio online presenta molto bene la sua filosofia, e vi suggerisco di dare un’occhiata al suo “manifesto”.

Ed ora lasciatemi usare un po’, portando la testimonianza di due personaggi brillanti che probabilmente definirebbero questi “1000 veri fan” la vostra “tribu'”. Ecco a voi David Logan e Seth Godin, che normalmente ispirano e fanno consulenza a grandi aziende, imprenditori e manager. Il concetto di tribu’ e’ utile per definire come persone con valori ed interessi condivisi interagiscono gli uni con gli altri, e come un “capo tribu'” (l’artista, nel nostro caso) possa creare il piu’ alto valore per tutti i membri della sua tribu’.

David illustra nel video i 5 livelli della leadership tribale e spiega come passare dal livello 1 (“La vita fa schifo”) al livello 5 (“La vita e’ meravigliosa”), il che puo’ essere di grande ispirazione per i musicisti che hanno il privilegio di influenzare le emozioni delle persone ed il loro modo di vedere la vita. Dave conclude la sua presentazione ponendo una domanda da tenere sempre presente: “La tua tribu’ sara’ in grado di cambiare il mondo?”. Rimaniamo ambiziosi e facciamo in modo che la musica abbia un significato ed uno scopo profondi!

Seth e’ molto bravo nello sfidare le persone a cambiare lo status quo creando e guidando la propria tribu’, il proprio movimento. Ritengo questa particolare prospettiva particolarmente utile per gli artisti di oggi, che possono sfruttare le tante opportunita’ che la tecnologia ha creato per loro, cavalcando le onde che l’implosione del “vecchio” modello di business dell’industria musicale ha provocato. Incontreremo Seth altre volte e approfondiremo il suo pensiero e le sue provocazioni.

Come sempre il mio intento e’ quello di condividere esperienze, punti di vista ed idee per accrescere la nostra conoscenza condivisa. Apprezzerei molto avere la vostra opinione ed esperienza sulla creazione di rapporti di valore con le persone fondamentali per la vostra arte, con i vostri veri fan.

 

PS per chi parla inglese ed e’ interessata/o, qui si puo’ scaricare gratuitamente l’audio libro completo di Dave Logan “Tribal leadership”: http://www.culturesync.net/toolbox/tribal-leadership-audio-book/